Costruire una piscina a sfioro, considerazioni iniziali

Quando si pensa di costruire una piscina a sfioro è necessario tenere conto di diversi aspetti in fase decisionale e conoscere i componenti che la caratterizzano.

Lo spazio e la dimensione

Lo spazio può essere ricavato in un terreno, in un terrazzo o in luogo coperto; le dimensioni consigliate per una piscina privata vanno dai 4x8 m ai 7.5x15 m (senza dimenticare di tenere 1.5 m di spazio lungo il perimetro della vasca).

La forma

La forma rettangolare classica rappresenta la scelta più pratica, economica e di facile manutenzione. Una soluzione intermedia, senza rinunciare ai vantaggi della forma classica rettangolare, è l’inserimento di una zona relax che offre un’ottima zona di “soggiorno bagnato”. Per i più estrosi invece ci sono le forme libere adatte ad ottenere speciali effetti estetici e di ambientamento.

L’ubicazione

Fondamentale, oltre alla possibilità d’accesso al terreno per i lavori, è verificarne la compattezza e stabilità: evitare quindi terreni di riporto, rocciosi, spugnosi o franosi. E' anche consigliatissimo, non collocarla sotto gli alberi, in modo da garantire una maggiore esposizione al sole ed evitare la caduta delle foglie in acqua. Per realizzare invece piscine interne bisogna optare per il piano terra o interrato, onde evitare la costruzione di solai portanti con carichi molto elevati ai piani rialzati.

Il preventivo

Non c’è miglior periodo di quello autunnale per richiedere un preventivo per una piscina, in quanto i costruttori sono più disponibili nel studiare la giusta soluzione. Una volta che ci si è fatti un’idea del tipo di piscina che si desidera, conviene sempre confrontare diversi preventivi tra aziende affidabili, affermate e con un buon servizio post vendita.

Le autorizzazioni

Per realizzare la piscina è indispensabile ottenere l’autorizzazione comunale. E’ necessario quindi informarsi sulle norme (di molto snellite negli ultimi anni) vigenti nel proprio comune.

I costi di gestione

Possedere una piscina non è più dispendioso come un tempo. Il forte aumento delle vendite di piscine negli ultimi anni ha abbattuto i costi sia di costruzione che di mantenimento! Per una piscina ad uso familiare utilizzata in estate le spese di energia elettrica e acqua non superano i 500 € annui.